July 02, 2009

Il Paziente 2.0 all'E-care forum 2009


8 luglio, E-care forum 2009 - Palazzo Affari ai Giureconsulti a Milano.
Si parlerà ancora di sanità 2.0.....

Forse per la prima volta si parlerà del PAZIENTE 2.0
Non sapete chi è????? proviamo a profilarlo:
Il paziente 2.0

-cerca attivamente informazioni sul web a proposito di patologie e rimedi;
- cerca attivamente informazioni sul web a proposito di stili di vita e comportamenti che possono aiutarlo a prevenire eventuali patologie;
- cerca attivamente informazioni sui professionisti della salute;
- condivide informazioni sul suo stato di salute o sulla sua patologia con altre persone o pazienti;
- chiede consiglio in rete a professionisti e ad organizzazioni che si occupano di "salute" e benessere;
- scrive articoli, commenti, domante a proposito della patologia di cui soffre lui o qualcuno dei suoi familiari;
- aggrega altri pazienti che soffrono della stessa patologia e costituisce gruppi o associazioni (anche virtuali);
- promuove (attivamente o con il passa parola) professionisti e/o soluzioni terapeutiche che ritiene validi;
- si interfaccia in maniera attiva con enti pubblici ed organizzazioni sanitarie per il miglioramento di servizi e prestazioni.

Ovviamente il grado di "partecipazione" e/o coinvolgimento
non è uguale per tutti.

Ma sempre più persone cercano informazioni sul web prima di consultare un medico.....riflettiamo su questo!!!!


I temi più caldi del forum sono ovviamente:
- telemedicina e tele diagnostica;
- cartella sanitaria informatizzata e gestione informatica delle informazioni ancillari di rilevanza sanitaria;
- rapporto medico paziente nell'era del web condiviso;
- medici e social networking ( i medici in assoluto sono i professionisti che "snobbano di più i social networks) (persino più dei top managers ;-)

Gli incontri più importanti:



Progetti già avviati per l'implementazione di una rete sanitaria coerente con le indicazioni della UE e che prevede anche la costruzione dell'architettura della cartella clinica digitale, che seguirà continuamente il cittadino in tutti i suoi spostamenti e che permetterà a tutti gli specialisti di potervi accedere, via Web, da qualunque luogo ed in qualunque momento.





Il “fenomeno Internet”: blog sanitari, social media, accessibilità delle informazioni sanitarie e rapporto medico-paziente coadiuvato dalla rete
;

2 comments:

linneapassaler said...

ciao maurizio, in effetti al momento non esistono molte possibilità per i pazienti per quanto riguarda due dei punti di cui parli:
1) la possibilità di conoscere una valutazione da parte di altri pazienti sulle strutture sanitarie e sulle esperienze che hanno avuto con medici, pazienti, infermieri; in tal modo quindi poter selezionare quello che ritengono il servizio più valido a cui rivolgersi per la loro condizione
2) la possibilità, attraverso la condivisione della propria esperienza, di segnalare i problemi che hanno riscontrato a chi è direttamente responsabile della struttura, che spesso non ha modo di saperlo. in questo modo si innescano meccanismi virtuosi che potenzialmente possono migliorare il servizio sanitario.

pazienti.org, il progetto che sto cercando di realizzare, nasce in collaborazione con patientopinion, un sito inglese che fa proprio questo e che da diversi anni è una realtà molto attiva in UK. siamo un gruppo inglese-spagnolo-italiano che mira, attraverso l'empowerment del paziente-cittadino, a migliorare e implementare la sanità europea.
chiunque avesse la possibilità di venire l'8 luglio a milano vedrà la mia presentazione di questo progetto all'e-careforum. vi aspetto!

Domenico Tosello said...

L’e-Care Forum è stato un buon punto di partenza, riuscito nel suo intento di mettere sul tappeto le questioni di una salute partecipata, un nuovo rapporto medico-paziente, un uso intelligente dei social media.
Potete leggere una sintesi degli interventi della sessione e-Care 2.0 nel blog
Salute 2.0 - Social Media e Sanità