November 22, 2009

Google ChromeOS e la sfida di Google ai sistemi operativi

Google ChromeOS è il nuovo sistema operativo, pensato da Google, che focalizzerà l'attività del PC su Internet. In realtà ci propongono di trasformare i nostri PC in quello che una volta si chamava un "terminale".
Non tutti apprezzano la necessità di gestire i propri dati esclusivamente sul web. Ma a pensarci già adesso affidiamo a Gmail la nostra posta elettronica, ai dischi remoti i nostri backup etc...inoltre è possibile conservare una copia su un hard disk rimovibile..



Il vantaggio di GChromeOS è nella velocità.
Quanti i noi non sono più disposti a tollerare le attese lunghissime (fino ad un minuto) ai quali i nostri PC ci obbligano ogni volta che vogliamo accedere ad un file o semplicemente controllare l'agenda?

Riprogettare il sistema operativo può essere una soluzione ma non penso che la soluzione proposta da Google sia l'unica o la migliore. E' certamente vero che lavoriamo ancora con sistemi operativi non web-centred e ChromeOS sarebbe il primo di una nova generazione..

Hey! Sono un beta-tester di (RE)-Tweeter

Le nuove features che Twitter implementa sono una icona per retwittare ed una utility per filtrare i retweet (limitata ai followers) Provata.. funziona. Non cambierà certo la mia vita ma rende l'applicazione più efficiente.

Accorciatore di URL

Segnalo questo accorciatore di URL: si chiama BitlyBot Web.
Non solo è rapido ed efficace, ma permette di twittare direttamente il micropost.
I like this!

Essere veramente avanti!

Google Waves è ancora in fase di sperimentazione e già nascono le applicazioni ad uso commerciale.
Bisogna ammettere che non tutti sono fermi agli anni 70. ;-)
C'è chi riesce a "cavalcare l'onda" come i viurtuosi del surf sulle acque dell'oceano, facendo del web marketing sperimentazione & business.
Il caso a cui mi riferisco è l'estensione di Amazon per Google wave:
AmazonBotamazon-withwaves-com@appspot.com – Consente la ricerca di un prodotto e acquisti su Amazon.com.I partecipanti alla wave possono condividere e recensire i prodotti in tempo reale. Es. amazon:toys

Sono veramente forti!

November 15, 2009

Onda o Tsunami?

Sapevate che l'email è stata inventata oltre 40 anni fa?????

E' difficile valutare quali saranno gli effetti della più devastante "onda" mai abbattutasi sul web.
Tutto comincia con un invito alla versione test di "Google Wave".
L'accesso è immediato i contatti dell'account gmail immediatamente riconosciuti.

E poi?
I commenti su Friendfeed parlano di un ambiente ancora freddo, se non addirittura gelido.
Ma come potrebbe essere diversamente? E' ancora presto...

Si capisce immediatamente che gli sviluppatori di Google Maps hanno fatto Bingo anche questa volta. Le potenzialità del nuovo strumento di comunicazione partecipativo sono legate a questi due fattori di magnitudo 10:

- Sincronicità delle interazioni;
- Esportabilità 100% dei contenuti.

Quale sarà il primo wave mitico della storia di Internet?




Ci sarà certamente un effetto anche sulla blogosfera, resa improvvisamente "fuori ritmo" da una tempestività di reazioni, commenti e interazioni che sono il punto forte di GWave.

Effetto anche sull'Enterprise 2.0 in particolar modo per le PMI che potranno testare strumenti collaborativi base senza necessità di investimenti su piattaforme dedicate.
Sono anche certo che le nuove applicazioni non trascureranno il lato "business" degli spazi collaborativi.

Per chi non è gia sulla cresta dell'Onda basta farsi invitare....

Gruppo Facebook Google Wave Italia
Guida completa su Mashable

October 28, 2009

E' tempo di social search!!

Google e Facebook testa a testa per arraffare il business dei prossimi 5 anni: IL SOCIAL SEARCH...
Io ho sempre odiato il fatto che i contenuti di Facebook non entrassero nel grande ingranaggio Googoliano (e ovviamente di ogni altro motore).
Ragioni di business certo, ma come ovviare all'esigenza di unire Social Networking e ricerca di contenuti ?

Avremo presto risposte concrete, secondo quanto afferma Marissa Mayer (VP di Google) al web 2.0 summit.

Cercando una palestra a Treviso potremo presto trovarci in fondo alla risposta di Goolge un messaggio di Twitter da un nostro contatto (Google e Twitter convergono operativamente) che fornisce consigli in merito (#not_ only_ hashtabs!!!!!!!)

Ma non pensate che FB stia a guardare......
Fonte: Coming to Google Labs: Social search results

October 25, 2009

POKKAMI



Il poken è stato certamente una delle emergenze web-culturali del Venicecamp 2009
Non è una novità assoluta, ma devo ammettere che tra il concetto (che avevo) e l'uso pratico c'è un abisso.
All'inizio avevo capito che si trattava semplicemente di un biglietto da visita digitale;
Il poken è anche questo ma secondo me l'aspetto più interessante è la sua potenzialità come social-devices, aggregatore di profili e facilitatore nella ricerca ed approfondimento di dati da "social networks.

Ecco come si visualizza una scheda: (ringrazio l'amico Matteo per avere prestato il suo profilo ;-)


Ed ecco la mia personale...

October 22, 2009

Modelli collaborativi per il terzo millennio

Si avvicina l'apertura del Venezia Bar Camp 2009 e sono veramente felice di incontrare ancora amici networkers che non vedo da lungo tempo e di conoscere finalmente di persona "personaggi" e guru del web 2.0 con cui intrattengo rapporti soltanto "virtuali".

Nell'ambito della manifestazione, promossa dal Comune di Venezia per festeggiare il progetto Cittadinanza Digitale, che si terra' il 23, 24, 25 ottobre all'Arsenale, Ecosistema 2.0 ha organizzato l'evento "Civicita': una citta' intermedia tra locale e globale", ospitato nella Sala Bricola, sabato 24 ottobre, dalle 14:00 alle 17:00.

Ecco le slides del mio intervento dal titolo "Modelli collaborativi per il terzo millennio"




Il programma complessivo prevede 11 interventi di 10 minuti l'uno e discussione durante la cena

Inspirazione
0) Gino Tocchetti: Introduzione all'incontro e sul tema "cos'e' la rete?";
1) Sergio Los: Voglia di civicita';
2) Stefano Rossi: Governare reti, governare con le reti;
3) Maurizio Salamone: Modelli collaborativi per il terzo millennio;
4) Sophia Los: Riti per reti;

Espirazione
5) Federica Festi: Land through the social web;
6) Mattia Ballan: Rubano citizens - cittadini 2.0;
7) Barbara Zen: Coworking project: il lavoro nomade;
8) Samuel Gentile: Startgreen: come la rete aiuta a creare nuova impresa;
9) Dario Bonaldo: Energie rinnovabili e valore sociale: un modello abilitato della rete;
10) Matteo Brunati: Internet delle cose veneziane;
11) Stefano Schiavo: Lean 2.0: un approccio integrato per l'innovazione organizzativa;

October 21, 2009

Rimini Web Marketing Event 2009

A Rimini il 21 e 22 Novembre 2009 - Rimini Web Marketing Event 2009 - dedicato al web marketing e web analytics. Ovviamente i temi principali ruoteranno attorno alla misurazione dell’efficacia delle campagne di promozione online, ma anche gli appassionati di marketing “non convenzionale” troveranno spunti interessanti da approfondire.



Ospite d’eccezione il guru evangelizzatore di Google Avinash Kaushik autore del best seller Web Analytics: An Hour A Day - Web Analytics: Un’ora al giorno e modello per molti SEO di tutt0 il mondo.

July 12, 2009

broccoli anticanro, ma non cuocerli troppo!!!


Broccoli, verze, cavoli, cavoletti di Brussels sono tutti vegetali appartenenti alla famiglia delle Brassicaceae o Cruciferae.
Queste piante sono utilizzate fin dall'antichità sia come alimento che come medicina in quanto contengono numerose sostanze attive di provata azione benefica per l'organismo.
Tra essi ricordiamo gli indolo-glucosinolati, potenti pesticidi naturali con cui la pianta si difende da vermi e funghi, ma che sull’uomo sembrano avere un'azione anti-cancro. Secondo alcuni studi i veri agenti antitumorali (specialmente sul carcinoma al polmone dei fumatori e nel cancro del colon-retto) sarebbero i successivi metaboliti dei tiocianati, come l’indolo-3-carbinolo e altri indoli.
L’indolo-3-carbinolo protegge contro i tumori ormone-dipendenti agendo in modo mirato sul metabolismo dell’ormone sessuale estradiolo. Come metaboliti possono diventare estriolo o catecolestrogeno; mentre un’elevata concentrazione di estriolo incrementa il rischio di cancro al seno dopo la menopausa, il catecolestrogeno non agisce sulla crescita dei tumori. In alcuni studi è stato dimostrato che l’indolo-3-carbinolo favorisce la formazione del prodotto di degradazione più innocuo. In numerosi studi in-vitro e in-vivo è stato possibile dimostrare che l’indolo-3-carbinolo inibisce fino al 90 % lo sviluppo delle cellule tumorali positive al recettore estrogeno. Anche nei carcinomi della mammella negativi al recettore estrogeno, la somministrazione di indolo-3-carbinolo inibisce la crescita delle cellule. L’azione positiva dell’indolo-3-carbinolo è in questo caso riconducibile alla sua notevole efficacia antiossidante. Nelle fumatrici è stato inoltre dimostrato che l’indolo-3-carbinolo inibisce lo sviluppo del cancro ai polmoni.

I glucosinolati e i tiocianati però sono molto inattivati dal calore derivante dalla cottura.
Per sfruttare al massimo il potere anti-tumorale dei broccoli occorre scaldarli durante la cottura abbastanza da ‘liberare’ il sulforafano in modo da renderlo pienamente disponibile, ma non troppo, altrimenti il sulforafano, (molecola ritenuta antitumorale) viene inattivata. Questo è quanto emerso da uno studio pubblicato sulla rivista Phytochemistry.
Secondo l'autore, Elizabeth Jeffery del dipartimento di Food Science and Human Nutrition dell’University of Illinois, il sulforafano è uno dei più potenti anticarcinogeni tra quelli presenti nei cibi e “Funziona coadiuvando l’azione di una serie di enzimi presenti nell’intestino che inibiscono le sostanze carcinogene ingerite col cibo o comunque provenienti dall’ambiente esterno. Il problema è che il sulforafano è legato ad una molecola di zucchero mediante un legame zolfo-zolfo: quando questo legame si spezza, entra in gioco una proteina ‘acchiappa-zolfo’, denominata dai ricercatori americani “epithiospecifier proteine” che inattiva il sulforafano. “La proteina è molto sensibile al calore, e scaldando un po’ la pietanza la si distrugge, mettendo a disposizione del nostro intestino la maggior quantità possibile di sulforafano.

Jeffery EH, Matusheski NV Juvik JA. Heating decreases epithiospecifier protein activity and increases sulforaphane formation in broccoli . Phytochemistry 2005, 65(9) 1273-81

Ecco a voi una tabella con i cibi che non dovrebbero mai mancare dalla vortra tavola:

Alimento funzionale

Componente chiave

Potenziale beneficio sanitario

Broccoli

Sulforafano

Riduzione rischio tumore

Pomodoro ed anguria

Licopene

Riduzione rischio tumore

Cipolla rossa di Tropea

Quercitina e selenio

Riduzione rischio tumore e vascolare

Aglio

Derivati solforati

Riduzione rischio tumore e cardio-vascolare

Vino e succo di uva nera

Resveratrolo e composti polifenolici

Riduzione rischio tumore e cardio-vascolare

Melone

SOD –antiossidante

Immunomodulante ed antinvecchiamento

Papaia

Antiossidanti – Licopene

enzimi

Immunomodulante ed antinvecchiamento riduzione rischio Parkinsons

Melagrana e noce

Acido ellagico

Immunomodulante ed antinvecchiamento

Carota e zucca

Betacarotenoidi

Problemi di pelle e riduzione rischio tumore della prostata

Frutta e vegetali diversi

Phytochemicals

Riduzione rischio tumore e cardio-vascolare

Orzo ed Avena

Betaglucano , fibre solubili

Riduzione livelli di colesterolo

Agrumi

Bioflavonoidi –vitamina C

Riduzione problemi di vene, vasi e circolatori

Pesce azzurro

Acidi grassi omega-3

Riduzione del rischio tumore

e malattie cardiovascolari

Cappero (capparis spinosa)

Capparidina

Riduzione rischio allergie

Pompelmo

Naringina

Riduzione assorbimento zuccheri

Fico d’india , cladodi, nopal

Fibre ad elevato assorbimento

Riduzione assorbimento zuccheri e grassi

Mela

Polifenoli

Antinvecchiamento- rischio tumore

Spinacio

Q10-ubidecarenone

Enzima respiratorio cellulare ubiquitario, anti-infarto, problemi di pelle

Origano

Flavonoidi, fitosteroli, oli essenziali

Antiossidante lipoperossidasico

Rosmarino

Flavonoidi, triterpeni, oli essenziali

Antiossidante lipoperossidasico





Importante perciò consumare le poche crocifere che si possono mangiare crude: tugola o rughetta, ravanello, crescione, cavolo rosso (o cappuccio verde-chiaro), senape. Il crudo vuol dire porzioni di 100g anziché 250g, e sicuramente maggiore presenza di tiocianati anti-cancro

July 05, 2009

Sole e Cicoria armi efficaci contro l'osteoporosi



Mezz'ora di esposizione al sole, evitando le ore centrali del giorno, fanno produrre alla nostra pelle circa 10.000 unità internazionali di Vit. D
Questo ormone (la Vit D. è sia vitamina che ormone) regola finemente l'assorbimento e la deposizione del calcio, oltre ad avere importanti ruoli nella modulazione della risposta immunitaria.
La carenza di Vit. D negli adulti ed anziani è molto frequente e la comunità scientifica sta rivedendo le concentrazioni ottimali nel sangue e la dose giornaliera raccomandata dei supplementi che la contengono.
Ma spesso, anche in presenza di un'adeguata presenza dell'ormone regolatore, il calcio continua ad essere prelevato dal deposito principale del nostro organismo: lo scheletro.
L'osteoporosi post-menopausale porta ad un indebolimento della struttura e resistenza delle nostre ossa aumentando il rischio di fratture del femore e delle vertebre.
Per prevenire e combattere l'osteoporosi si raccomanda spesso un supplemento di Vitamina D e di Calcio a secondo del quadro clinico completo delle pazienti.

Ma molto spesso i supplementi che contengono calcio provocano disturbi digestivi.

Sarebbe interessante scoprire un'alternativa meglio tollerata a livello gastrico per aumentare la disponibilità di calcio. Una risposta a questo problema viene dalla Cicoria (Cichorium intybus L., 1753), una pianta appartenente alla famiglia delle Asteracee che è conosciuta anche come Indivia e Insalata Belga.



La radice della cicoria contiene alte concentrazioni di Inulina, uno zucchero complesso che il nostro intestino non digerisce. Ma che viene digerito nel colon dalla flora intestinale.
Si tratta di un polisaccaride formato da catene di fruttosio, poco calorico (100 kcal/100 g), che viene definito anche come "fibra solubile".
In realtà l'Inulina nutre sia la flora simbionte che, indirettamente, le cellule della mucosa intestinale fornendogli acidi grassi a catena corta.
E' documentato che 8g al giorno di Inulina aumentano del 20% l'assorbimento del calcio contenuto nella dieta e nel contempo regolano la flora intestinale favorendo i batteri benefici come Lactobacilli e Bifidobatteri a scapito di quelli patogeni.
L'inulina rappresenta quindi uno strumento efficace e molto tollerato per migliorare la disponibilità di calcio in quelle situazioni in cui la supplementazione diretta non è possibile o è sconsigliata.
Non esistono rischi (come calcificazione delle arterie o calcoli renali) nell'aumento di assorbimento di calcio perchè la localizzazione e la quantità di calcio che viene deposto è il risultato di una regolazione finissima da parte del nostro sistema ormonale.
L'Inulina, oltre ad aumentare l'assorbimento di calcio è efficace contro la stitichezza e può favorire una migliore salute intestinale.
In letteratura si consiglia un dosaggio graduale di Inulina partendo da 2 grammi al giorno per la prima settimana ed aumentando di 2g a settimana fino ad arrivare ad un massimo di 12 g al giorno.
Il dosaggio graduale eviterà gonfiore e borborigmi (rumori intestinali), più frequenti in presenza di una flora intestinale alterata e quando l'apporto giornaliero di fibre è scarso (molto frequente negli stitici). L'inulina, milgiorando l'ecosistema intestinale, porta ad una riduzione del gonfiore addominale e del senso di pesantezza. L'effetto lassativo ad alte dosi provoca minori dolori addominali rispetto a lattosio.

Coudray C et al Eur J Clin Nutr 1997; 51 (6): 375-80
Kleessen B, Sykura B, Zunft HJ, Blaut M., Am J Clin Nutr 1997;65:1397-402
Nutrition Bulletin. 33(3):227-233, September 2008.Alexiou, H.; Franck, A.
British Journal of Nutrition. 93 Supplement 1:S99-S103, April 2005.Weaver, Connie M. *

July 02, 2009

Il Paziente 2.0 all'E-care forum 2009


8 luglio, E-care forum 2009 - Palazzo Affari ai Giureconsulti a Milano.
Si parlerà ancora di sanità 2.0.....

Forse per la prima volta si parlerà del PAZIENTE 2.0
Non sapete chi è????? proviamo a profilarlo:
Il paziente 2.0

-cerca attivamente informazioni sul web a proposito di patologie e rimedi;
- cerca attivamente informazioni sul web a proposito di stili di vita e comportamenti che possono aiutarlo a prevenire eventuali patologie;
- cerca attivamente informazioni sui professionisti della salute;
- condivide informazioni sul suo stato di salute o sulla sua patologia con altre persone o pazienti;
- chiede consiglio in rete a professionisti e ad organizzazioni che si occupano di "salute" e benessere;
- scrive articoli, commenti, domante a proposito della patologia di cui soffre lui o qualcuno dei suoi familiari;
- aggrega altri pazienti che soffrono della stessa patologia e costituisce gruppi o associazioni (anche virtuali);
- promuove (attivamente o con il passa parola) professionisti e/o soluzioni terapeutiche che ritiene validi;
- si interfaccia in maniera attiva con enti pubblici ed organizzazioni sanitarie per il miglioramento di servizi e prestazioni.

Ovviamente il grado di "partecipazione" e/o coinvolgimento
non è uguale per tutti.

Ma sempre più persone cercano informazioni sul web prima di consultare un medico.....riflettiamo su questo!!!!


I temi più caldi del forum sono ovviamente:
- telemedicina e tele diagnostica;
- cartella sanitaria informatizzata e gestione informatica delle informazioni ancillari di rilevanza sanitaria;
- rapporto medico paziente nell'era del web condiviso;
- medici e social networking ( i medici in assoluto sono i professionisti che "snobbano di più i social networks) (persino più dei top managers ;-)

Gli incontri più importanti:



Progetti già avviati per l'implementazione di una rete sanitaria coerente con le indicazioni della UE e che prevede anche la costruzione dell'architettura della cartella clinica digitale, che seguirà continuamente il cittadino in tutti i suoi spostamenti e che permetterà a tutti gli specialisti di potervi accedere, via Web, da qualunque luogo ed in qualunque momento.





Il “fenomeno Internet”: blog sanitari, social media, accessibilità delle informazioni sanitarie e rapporto medico-paziente coadiuvato dalla rete
;

Note ministeriali sui farmaci e salute dei cittadini

Come preannunciato l' Aifa (Agenzia Italiana per il farmaco) ha iniziato una revisione delle note ministeriali per ampliare accesso appropriato ai farmaci ed evitare discriminazioni

Le note ministeriali comparvero nel secolo scorso. Correva l'anno 1993 e per la prima volta si parlava di farmaci non o parzialmente rimborsabili dal sistema sanitario.
I farmaci furono raggruppati in tre classi (A a totale carico del SSN, B parzialmente rimborsati e C a totale carico dell'assistito).
Fatta la regola bisognava tenere conto delle eccezioni; nacquero così qualche decina di note ministeriali che regolamentavano le principali classi di farmaci ed il loro uso in determinate condizioni patologiche. Da allora molte cose sono cambiate, ma le note sono ancora 89 .
Il federalismo sanitario ha complicato ulteriormente le cose permettendo alle regioni di "personalizzare" la rimborsabilità.



Adesso il Direttore Generale dell'Aifa Guido Rasi ha dato mandato ad un Gruppo di lavoro ad hoc di procedere alla (ENNESIMA) revisione delle Note Aifa secondo criteri che escludano limitazioni nell'accesso ai farmaci non giustificate da esigenze di tutela della salute dei cittadini.

Molti cittadini ed associazioni di consumatori hanno da tempo avanzato il sospetto che criteri economici e finanziari e non di salute pubblica abbiano potuto influenzare la decisione dei tecnici e del legislatore sull'argomento rimborsabilità.

Aspettiamo con grande trepidazione e fiducia una regolamentazione che dia spazio alla prevenzione, soprattutto nelle malattie cronico degenerative.
L'ottica di trattare solo gli eventi acuti appartiene alla medicina del secolo scorso...
Il concetto stesso di prevenzione andrà profondamente rivisto alla luce delle nuove scoperte nel campo della medicina funzionale, della nutrigenomica e della biologia molecolare.

In attesa di una revisione generale la Nota 78 relativa al glaucoma è stata sospesa.

"La banca della Memoria" come strumento di Brand Promotion 2.0

A prima vista sembra la home page di Youtube, ma dopo una prima occhiata emerge chiaro come dietro il progetto della "Banca della Memoria" si nasconda un progetto di alto spessore culturale e foriero di interessanti spunti per chi si occupa di marketing non convenzionale.



Franco Nicola ed i suoi collaboratori raccolgono testimonianze, racconti, episodi di vita vissuta da persone che non arrivano ai media tradizionali (anche se troviamo tra gli utenti anche numerosi personaggi famosi come Giorgio bocca et al.) ma che hanno qualcosa di interessante da condividere.

Il nonno che avresti sempre desiderato puoi incontrarlo virtualmente nel web e approfittare di questa fonte completamente virtuale per scoprire o riscoprire l'umanità che ci accomuna, generazione dopo generazione, negli eventi sconvolgenti o nella sconvolgente quotidianità.

Il progetto si basa al momento sulla pubblicità per mantenere in piedi una redazione esigua, ma i progetti di sviluppo passano attraverso il Marketing non convenzionale.
Le aziende ed i brand potranno raccontarsi attraverso le persone!
Ma, in perfetto stile 2.0, non si parlerà di storia dell'impresa, ma delle persone che le hanno fatte vivere con il loro sudore, con la loro passione e perfino con il loro sacrificio.

E' un modo nuovo di fare Brand Promotion utile specialmente laddove non c'è spazio per progetti complessi come il Marketing tribale.
Agli addetti ai lavori non c'è bisogno di sottolineare come un video particolarmente "emotional" legato ad un brand possa spiccare il volo con effetto virale.

Marketing a parte, complimenti agli ideatori del sito, che annovera diversi personaggi spassosissimi.

June 22, 2009

Soluzione Open Source X Proximity Marketing

Segnalo questa risorsa Open Source per campagne di Proximity Marketing.
Si tratta di OpenProximity 2.0 e lo potete trovare a questo indirizzo.
Il framework per l'amministrazione è Django. Il programma offre numerose soluzioni per tenere un database dell'operatività e analizzare statisticamente i dati ma soprattutto uno scanning e uploading multiprocesso ed indipendente.

Per chi vuole saperne di più provate qui e nel gruppo di Google

Purtroppo al momento NON posso testare questo strumento e mi piacerebbe molto sentire il parere di qualcuno che lo ha usato.

June 20, 2009

Invertising NOW!

Questo video riesce in poco più di 100 secondi a scardinare 100 anni di pubblicità "tradizionale".
Ci apre le porte verso un mondo in cui la comunicazione commerciale sarà profondamente riscritta alla luce di nuovi paradigmi basati sugli strumenti tecnologici e soprattutto sull'aspetto "social"del web 2.o!


Paolo Iabichino ha parlato di Invertising al Festival dell'Economia di Trento insieme a Luca Cattoi e Claudio Maffei. In sintesi il cambiamento si orienterà nelle seguenti direttrici:
Commercial -> Content
Communication -> Conversation
Push -> Pull
Monologue -> Dialogue
Consumer -> User
Impactful -> Useful
Execution -> Experience
Contact -> Connect
Promotion -> Education
Global -> Social
Aesthetics -> Ethics
Ability -> Responsibility
Shopping -> Sharing
Persuasion -> Permission

Ringrazio Matteo Brunati per la segnalazione di questo video e per l'infinita quantità di stimoli che fornisce ai miei pigri neuroni.

Montagne di Zucchero


Mangereste 10 zollette di zucchero una dietro l'altra o le dareste volentieri a vostro figlio?

Penso di no..

Ma è quello che facciamo ogni volta che beviamo una lattina di cola.
Su questo sito ci possiamo fare un'idea sul contenuto in zuccheri di molti alimenti, bevande e snacks che consumiamo regolarmente.
E' vero che i carboidrati (lo zucchero è un carboidrato) sono una componente essenziale di una dieta equilibrata (che dovrebbe esserne costituita almeno al 30%) ma è anche vero che:
'Un abuso regolare di zuccheri semplici è alla base di sovrappeso, obesita e molte patologie cronico-degenerative come il diabete".
L'uso frequente di bevande gassate e ricche di zucchero andrebbe evitato in particolar modo durante i pasti quando ingeriamo già sufficienti calorie dagli alimenti.

Andrebbe evitato l'uso frequente nei bambini ed adolescenti perchè gli zuccheri semplici e raffinati contenuti nelle bevande dolci portano calorie "vuote" (nel senso che sono prive di fibre e micronutrienti come vitamine e sali minerali) e hanno un alto indice glicemico * (ovvero provocano un repentino innalzamento della glicemia).
* Segnalo questa interessante tabella sull'indice glicemico di vari alimenti.



Ci sono alternative altrettanto gradevoli e più benefiche, tra cui la frutta e i vegetali crudi (anche come centrifugati) .

June 07, 2009

Apple contest: L'applicazione più inutile per Iphone

Oltre un miliardo di applicazioni per Iphone sono state scaricate dal negozio virtuale della mela, molte di queste sono gratis ed utili altre a pagamento e completamente inutili. Non è facile districarsi nell'intrigante carosello di icone colorate.

Bubble wrap - Carta da imballaggio da scoppiare nelle lunghe attese...(praticamente inesauribile)

Per esempio 10.000 persone hanno scaricato dall'Apple store l'applicazione TORCIA che trasforma il tuo iphone in una luce portatile per orientarti nel buio....

Hanno speso ben 0,79 euro ed ignoravano che potevano ottenere lo stesso risultato con "Lightsaber", l'emulatore di spada laser alla "Guerre stellari" che oltre alla luce fornisce anche un magnifico effetto sonoro da arma spaziale.


Anche io ci casco di tanto in tanto...
per esempio oggi ho scaricato Pocket Guitar, un'applicazione che trasforma l'Iphone in una mini chitarra elettrica con tanto di delay e distorsore.
I suoni sono molto carini, peccato che è impossibile suonare.

Ho deciso quindi di proporre alla APPLE un fantastico contest per eleggere l'applicazione più inutile ma divertente per Iphone.

Siamo in attesa di conoscere le vostre proposte

Technotizie propone questo magnifico accendino colorato senza fiamma per i vostri concerti!!!
Apps4life è un nome che richiama l'assoluta importanza per la sopravvivenza di questa app.

June 04, 2009

Aziende farmaceutiche e Social Media

Lunga ma interessante dissertazione su Social Media e Mercato farmaceutico.
Raccomando in particolare la slide 71 con i pensieri finali.
L'autore ci invita a imparare, sperimentare, partecipare, insegnare...
io aggiungerei: condividere senza paura, comunicare efficacemente, semplificare semplificare semplificare....
Non avere paura dele novità ma affrontarle con l'approccio di un bambino.
Curiosità e giocosità rendono la vita lavorativa meno stressante!

May 27, 2009

La Coop sfida il sistema "farmaco" con il 2° OTC a marchio proprio

La Coop ha lanciato la sua sfida a tutto il sistema di produzione e distribuzione del farmaco in Italia. Si prepara infatti a lanciare il 2° farmaco a marchio proprio che verrà venduto presso i corner Coop Salute all'interno di ipermermercati.

Il primo è stato un’associazione di acido acetilsalicilico e acido ascorbico (330 milligrammi più 200 milligrammi) in confezioni da 20 compresse a un prezzo di 2 euro.

Il secondo sarà il paracetamolo (meglio conosciuto con il brand name di Angelini "Tachipirina").
Dal 15 giugno saranno disponibili confezioni da 20 compresse di paracetamolo Coop da 500 mg al prezzo di 1,50 euro.
Dal confronto con il prezzo medio di farmacie e parafarmacie (molto variabile a secondo del punto vendita e della casa produttrice) si evidenzia una differenza di circa il 60%.






La scelta di Coop non è casuale; paracetamolo e acedo acetil salicilico sono i due farmaci senza obbligo di ricetta più venduti in Italia.

A questo punto la sfida è stata lanciata e si giocherà sulla qualità del farmaco.

Sappiamo infatti che i farmaci generici o bioequivalenti non sono tutti uguali.

La legge italiana obbliga il produttore a garantire una "bioequivalenza" (poco verificata per scarsezza di controlli) ed una percentuale di principio attivo uguale (con una tolleranza del + o - 20%). Quello che cambiano sono gli eccipienti.
Chi ha studiato farmacia conosce bene l'importanza degli eccipienti nel veicolare in maniera ottimale il principio attivo, nel garantire una bassa allergenicità (esistono intolleranze ed allergie ad eccipienti dei farmaci) nel favorire o ritardare la farmacocinetica del principio attivo, nel permettere la solubilità del prodotto (pensiamo alle compresse effervescenti, alle bustine etc.)


L'azienda italiana che produrrà il paracetamolo per Coop avrà dunque una grande responsabilità.

Potrà rinforzare la fiducia degli italiani nei confronti dei prodotti "unbranded" oppure rinpinguare le fila di quelli che preferiscono pagare la differenza ma avere un prodotto con maggiori garanzie di qualità.


Certamente quello del farmaco da banco e dei rimedi naturali sono fette di mercato veramente grosse ed in espansione. Fa bene Coop a cercare di acquisirne una quota.

L'effetto di calmieramento dei prezzi auspicato dai managers di Coop saà certamente apprezzato dai pazienti se verranno mantenute adeguati standard qualitativi.

Vedremo se potremo fidarci di Coop Salute....

Ulteriori informazioni sul portale sulla Salute

May 26, 2009

Enterprise 2.0 e Corporate Social Networking


Le aziende possono implementare al proprio interno un framework sul modello dei social networks per ottimizzare la gestione delle informazione e dei processi comunicativi interni.

Degli aspetti pratici se ne discuterà nel corso del congresso s "Corporate Social Networking " in programma a Riba, Londra per il prossimo 8 Giugno.
Per chi si interessa di Enterprise 2.0 segnalo anche:
Ritorno degli investimenti in relazioni (ROII) Returns of Investment in Interactions
Uno dei pionieri del Social networking Valdis Krebs ha messo a punto 4 parametri per misurare i risultati in maniera osservabile e tangibile :
  • Aumento nelle dimensioni del network
  • Aumento degli scambi (network connectivity)
  • Aumento delle connessioni con partners esterni di qualità
  • Aumento del numero di progetti originati dai punti precedenti

Ovviamente le misure quantitative vanno affiancate a giudizi qualitativi preferibilmente espressi da valutatori esterni all'azienda e/o dai clienti.


May 24, 2009

Salute 2.0: quando l'opinione dei pazienti conta

E' da un anno che penso costantemente ad un portale web 2.0 sulla salute che riesca a coinvolgere le "persone" e a farle parlare del loro rapporto con la salute in generale e anche delle loro storie di malattia, del loro rapporto con le strutture sanitarie.
In questo portale avrebbero spazio le associazioni dei pazienti che svolgono un ruolo spesso fondamentale di affiancamento ed educazione (ad esempio nel diabete).

Si potrebbe fare vera "promozione della salute" attraverso un linguaggio comprensibile e multi-livello.
Si potrebbero proporre percorsi educativi di prevenzione e un supporto enorme per chi ha in mente di cambiare stili di vita ma da solo non ce la fa.

Per non parlare delle "addictions" tutte quelle problematiche in cui la scarsa forza di volontà ci porta a reiterare un gesto, un'azione (come fumare o mangiare smodatamente) che giorno dopo giorno ci uccide.

Per questo sono indispensabili iniziative web 2.0 in salute e sarebbe meglio se fossero supervisionate da personale sanitario al di sopra di interessi commerciali.

Per essere onesti ci sono già iniziative in questo senso.
Abbiamo parlato proprio qualche giorno fa del riconoscimento conferito alla Azienda Sanitaria n. 8 per il suo progetto web, a livello internazionale google è già molto avanti con il suo Google Health....

Ma io avevo in mente qualcosa di diverso....

Per adesso vi segnalo questa presentazione che si riferisce ad una esperienza inglese: "Patient Opinion". Esperienza di successo non solo nei numeri ma anche nei contenuti.

La rucola sembra possedere un'azione anti-ulcera gastrica

Rucola o Rughetta il suo nome comune. Eruca sativa Mill. quello scientifico.
Conosciuta ed apprezzata anche dagli antichi Romani era un ingrediente molto usato per insalate e piatti a base di carne. Loro consumavano anche i semi e le attribuivano qualità magiche e afrodisiache. Crescendo selvatica ai bordi delle strade era di facile reperimento e a costo zero.


La cucina moderna la ha rivalutata ed oggi molti si lamentano per il fatto che è diventata peggio del prezzemolo (presente ovunque).

Un recente studio pubblicato sull giornale mondiale di gastroenterologia ne ha studiato gli effetti protettivi sull'ulcera gastrica e duodenale in un modello animale (topo).
Nonostante il sapore pungente la rucola ha protetto lo stomaco dei topi dai danni indotti da alcol e indometacina. I risultati sono molto buoni e certamente andrebbero approfonditi sull'uomo prima di trarre delle conclusioni.

La Rucola cresce spontanea fino agli 800 metri d'altezza ed è anche coltivata. In entrambi i casi le foglie commestibili si arricchiscono di vitamina C.

La rucola appartiene alla famiglia delle Brassicacee insieme al cavolo e ai broccoli.
Molte di queste piante hanno dimostrato ampiamente ottime proprietà nutrizionali e terapeutiche.

May 22, 2009

L'azienda del futuro rispetta i valori fondamentali

Segnalo una campagna sulla responsabilità sociale delle imprese realizzata da
Fabbricaethica, una iniziativa voluta dalla Regione Toscana.


Roberto Venturi, che ha collaborato alla realizzazione del seguente video ci ricorda che "Su queste riprese è stata impostata una campagna sperimentale che utilizza le opportunità e le tecniche offerte da internet e dai social networks."

L'iniziativa, già meritevole per gli obiettivi di crescita culturale e sociale è anche coraggiosa per l'utilizzo di linguaggi e strumenti mediatici avanzati.


Il mal di testa che viene dal cibo, il mal di testa che passa col cibo..

Domani 23 maggio 2009 sarà la giornata nazionale dedicata alle cefalee.
"Dai un calcio al mal di testa" è lo slogan dell'evento!



Il "mal di testa" affligge milioni di italiani ogni giorno e può essere di varia origine e natura.
Qui trovate la Classificazione internazionale delle cefalee primarie e secondarie
.


Scorrendo la lunga lista ci imbattiamo subito nei due tipi di mal di testa più frequenti: l'emicrania (con o senza aura) e la cefalea muscolo tensiva.

Per saperne di più:
Società Italiana Studio delle Cefalee
Il sito italiano della cefalea
Mi scoppia la testa

Il mal di testa è correlato con quello che mangiamo?????
Certamente sì!!! Sia nel caso dell'emicrania che della cefalea muscolo tensiva.
Ma non è facile barcamenarsi perchè alcuni alimenti possono (a seconda dei pazienti) scatenare il mal di testa o farlo passare.
E' il caso del caffè che può scatenare un attacco emicranico, genera una cefalea tipica detta di astinenza (quando si interrompe bruscamente l'assunzione di caffè) ma è anche sostanza attiva di farmaci per combatterla.

Allora come orientarsi?
E' bene tenere a mente la lista di cibi noti come "trigger" o scatenanti e procedere a diete di esclusione di 2 settimane per scoprire una eventuale relazione causa-effetto.
Tra i "trigger " noti troviamo (in ordine di importanza):
  1. latticini (latte, yougurt e formaggi)
  2. cioccolato
  3. uova
  4. agrumi
  5. carne e/o pesce (specie pesce conservato come aringhe, tonno)
  6. frumento e derivati (pane, pasta, ecc.)
  7. noci e nocciole
  8. pomodori
  9. cipolle
  10. mais
  11. mele
  12. banane
  13. glutammato monosodico (causa della cosidetta sindrome da ristorante cinese)
  14. cibi ricchi di tiramina come: estratto di lievito, vini, birra, banane, uva, semi di soia, nocciole, avocado, oli di semi vari, patate e fra le verdure spinaci, cavoli, pomodori.
  15. Alcuni eccipienti di farmaci
Alcune bevande e gli additivi in esse contenuti vanno incluse nell'elenco; ad esempio il vino (nitriti), drink contenenti caffeina (caffè, tè e coca-cola). Esistono anche delle liste di cibi pain safe, ovvero che molto raramente possono scatenare un'emicrania.

Il digiuno può scatenare un mal di testa,
per questo è bene fare sempre colazione al mattino ed evitare di saltare i pasti.

Anche la cefalea muscolo tensiva può essere correlata alla nutrizione.
in questo caso la relazione causa-effetto è meno evidente ma c'è.
Infatti esistono cibi ad elevata attività pro-infiammatoria e cibi che promuovono un minore stato infiammatorio generale.

Ma il cibo non è solo causa di mal di testa, in molti casi può aiutarci a combatterlo!!

Restando in argomento di cefalee muscolo tensive è interessante il ruolo degli alimenti ricchi di acidi grassi Omega 3 (purtroppo presenti nel pesce, che è anche potenzialmente trigger) per la loro azione anti-infiammatoria naturale.
Anche lo zenzero (Ginger) ha dimostrato un ruolo favorevole contro le cefalee grazie alla sua azione antinfiammatoria e antistaminica.
Cibi contenenti triptofano (un aminoacido essenziale) precursore della serotonina possono aiutarci a riequilibrare i nostri neuro trasmettitori e a diminuire emicrania e disturbi dell'umore.
Il peperoncino (ricco di capsacina) può essere favorire un ritorno alla normalità dopo un mal di testa.

Molti ricorrono ai noti "rimedi della nonna" che in alcuni casi hanno un razionale scientifico ma altre volte sono bizzarri frutti della fantasia popolare.

Ovviamente suggeriamo a tutti un'alimentazione sana, equilibrata e un moderato esercizio fisico (dopo che il mal di testa è andato via!!! ;-)

May 21, 2009

Allarme! Creativi contagiosi!

A prima vista sembra un avviso del governo Australiano per informare la popolazione sui rischi dell'influenza suina... ma in realtà si tratta di pubblicità "non convenzionale" della Glue Society

Loro sono Creativi: scrittori, registi pubblicitari... il loro sito merita una visita...
ma la campagna non mi piace.

Perchè usare il sesso o la paura dell'epidemia se puoi ottenere lo stesso risultato con campagne pubblicitarie di classe e buon gusto?

Magari se avessero usato il buon gusto un blogger di Treviso non avrebbe notato una comunità di creativi australiani, ma adesso li ho catalogati come "quelli dalla scarsa immaginazione".

La pubblicità può permettersi di giocare con falsi avvisi su epidemie, finti attacchi terroristici, intromissioni forzate in eventi pubblici?

Dove è il limite tra il lecito e l'illecito?
E' solo una questione di buon gusto?
Io sono certo che molte campagne pubblicitarie sono state bocciate dai clienti perchè andavano oltre la decenza, ma quale è il limite? Chi lo stabilisce?

May 17, 2009

Digital Signage in Farmacia: Un caso di Successo


Segnalo questo interessantissimo studio effettuato sulla "Video Comunicazione" nel punto vendita attraverso Schermi LCD montati su Totem o appositi supporti nello spazio vendita di farmacie campione in Italia.
Il Digital Signage, così viene definita questa tecnica di Retail Marketing è sempre più diffusa ed utilizzata anche in Italia, mentre in molto altri paesi industrializzati (specialmente asiatici) è di uso comune.
La Pop Corn Media, diretta da Damiano Buscemi ha testato l'efficacia delle videocomunicazioni in farmacia grazie ad un programma dedicato in cui venivano promossi i prodotti di una grande azienda italiana.
I prodotti pubblicizzati appartenevano alla categoria OTC, ovvero senza obbligo di richiesta medica.
La soddisfazione dei clienti (sia i gestori del punto vendita che i clienti della farmacia) è stata al di sopra delle aspettative.

May 16, 2009

Social Networks in Sanità: le frontiere della condivisione in rete


La Ulss 8 di Castelfranco Veneto (Tv) adotta un modello da "Social Networks" per l'erogazione dei servizi digitali ai pazienti del bacino d'utenza.
I cittadini (prima ancora che pazienti) sono sempre più abituati e orientati a cercare in rete le soluzioni ai loro problemi di salute prima di rivolgersi ad un medico; è quindi importante che gli interlocutori istituzionali siano presenti in rete con strumenti adeguati alle mutate esigenze.
I social networks sono un modello vincente perchè partecipativo!
Applicarlo in sanità sembra un approccio “di frontiera”, eppure in altri Paesi è una consuetudine e gli interlocutori più svariati (associazioni di pazienti, di medici, cliniche private, poliambulatori, istituti di ricerca) sono in grado di interagire in una piattaforma che favorisce uno scambio "trasparente" e "mediato" di informazioni su un'argomento così delicato come quello della salute.
Se ne è parlato a Roma nel corso del Forum PA in un Convegno internazionale promosso dall’Ulss 8 e Items International di Parigi. N
L’Ulss 8 ha presentato i sorprendenti risultati conseguiti nell’erogazione di servizi digitali ai cittadini a partire dalla refertazione online che già è utilizzata dal 70% degli utenti, passando attraverso il dossier clinico digitale attraverso il quale è possibile accedere online ai propri dati clinici al nuovissimo portale strutturato nella formula social network presentato in anteprima allo stesso Forum Pa.